Alcuni dispositivi di sicurezza presenti sulle piattaforme aeree

Come già affermato in articoli precedenti, chi lavora nel settore del noleggio piattaforme aeree, come Bertolini Autogru, non può prescindere dalla sicurezza delle attrezzature che servono a lavori particolarmente rischiosi e pericolosi.

Ci si è già soffermati sulle norme di comportamento e prevenzione previste dal Testo Unico D. Lgs. 81/2008; ora vogliamo approfondire le caratteristiche di alcuni dispositivi presenti in una piattaforma aerea per garantire che i lavori avvengano in tutta sicurezza.

Controllo dell’inclinazione

Lo strumento di sicurezza che viene applicato a una piattaforma e che consente il controllo dell’inclinazione è chiamato “inclinometro”.

Può essere elettronico oppure un semplice dispositivo a bolla d’aria con caratteristica on-off per interdire tutti i movimenti qualora la macchina si trovi su di un piano inclinato oltre i limiti ammessi. In posizione di lavoro oltre una certa altezza (che varia da modello a modello), il modulo di controllo dell’inclinometro emette un segnale sonoro d’allarme quando si supera la massima inclinazione ammissibile.
I comandi di sollevamento e traslazione vengono disattivati, ed è necessario ridiscendere per ripristinare il corretto funzionamento della macchina.
L’inclinometro capta sia la pendenza del piano longitudinale sia di quello trasversale.

Alcune case produttrici danno la possibilità di personalizzare l’effetto di questa sicurezza direttamente dalla centralina, potendo scegliere, oltre al blocco di ogni movimento, solamente di rallentarli tutti o addirittura di non bloccare niente lasciando come unica segnalazione d’allarme la spia luminosa sui comandi in cesta e il segnale acustico.

Questa è una sicurezza concepita per quei luoghi di lavoro come cantieri sabbiosi, terreni in pendenza con buche o qualsiasi inconveniente sul terreno che pregiudichi l’incolumità del personale.


Riduzione/taglio della traslazione

La riduzione della traslazione è una sicurezza che consiste nel diminuire drasticamente la velocità di spostamento della macchina una volta che quest’ultima ha raggiunto una certa quota di altezza: il rischio di ribaltamento e incidenti è maggiore quanto più una macchina è spiegata in altezza e una velocità di spostamento troppo elevata comprometterebbe l’incolumità del personale.
Questo dispositivo è presente su qualsiasi modello di piattaforma e interviene ogni qualvolta che ci si alza con i bracci o col pantografo per salire in quota; a far scattare tale sicurezza è un fine corsa elettrico (micron) che si comporta come un contatto normalmente chiuso che si apre al suo azionamento meccanico una volta che ci si alza con la piattaforma aerea.


Antiribaltamento

L’antiribaltamento è installato solo nelle piattaforme verticali elettriche, e consiste in due minigonne azionate idraulicamente poste ai due lati della macchina che vanno ad appoggiarsi a terra e aumentano la stabilità della macchina; entrambe sono provviste di finecorsa elettrico per assicurare l’apertura totale di entrambe le minigonne; in caso una delle due non si apra del tutto, interviene una sicurezza che blocca l’innalzamento della macchina a soli 2 metri.

Come si può ben capire dalla descrizione dei singoli dispositivi qui presentati, per chi opera nel campo del noleggio di piattaforme aeree è indispensabile che tutte le attrezzature ne dispongano.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *